Spedizioni in Italia GRATUITE sopra a 59€ !

Come la ninfea…

La ninfea nell’orto non è mai stata bella come quest’anno.
E’ più rigogliosa, piena di foglie e sempre fiorita.
E’ nella stessa posizione degli altri anni, dentro la vecchia botte che abbiamo trovato in cantina quando abbiamo ristrutturato casa.

Ma quest’anno, quando abbiamo svuotato la botte per ripulirla all’inizio di giugno, ci siamo accorti che c’era una crepa sotto che non saremmo riusciti a riparare.
E due giorni prima, ovviamente, si è rotta la pompa che filtrava l’acqua.

Non mi sarei separata della botte per niente al mondo, perché credo sia la cosa più bella del nostro orto, e ogni volta che la guardo ripenso a quando l’abbiamo realizzata, cinque anni fa.

Così, tra mille ragionamenti, abbiamo deciso di tenere la botte, mettendo al suo interno una nuova tinozza che non perdesse acqua e ci permettesse di rimettere le ninfee al loro posto.

Dopo un mese le ninfee sono raddoppiate, l’acqua è ancora limpida e io non posso fare a meno di pensare, guardandola, che a volte alcuni cambiamenti che non ci piacciono sono necessari e alla lunga danno risultati migliori.

Un po’ come quando scegliamo di compiere un piccolo passo verso la sostenibilità, o scegliamo di sostituire un detergente convenzionale con uno ecologico. Oppure sostituiamo un prodotto usa e getta con uno riutilizzabile.

All’inizio, pensare di cambiare qualcosa che abbiamo sempre fatto così ci spaventa, e temiamo che non funzioni, o che sia più faticoso o difficile.

Poi dopo un po’ ci guardiamo indietro e ci rendiamo conto che  alcuni piccoli cambiamenti fanno la differenza in meglio.

Ed è proprio questo il bello, non credi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvia chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!