Spedizioni in Italia GRATUITE sopra a 59€ !

Ho ricominciato a sfornare biscotti

Da qualche settimana ho ricominciato a sfornare biscotti.

Se mi conosci da un po’ penserai “strano, perché hai mai smesso?”. In realtà non ho mai smesso del tutto, ma spesso mi sono trovata a fine giornata sfinita, e senza alcuna voglia di dedicare tempo anche ai biscotti fatti in casa.

E allora li ho comprati, cercando di scegliere quelli con gli ingredienti migliori e con minore imballaggio possibile.

E’ una cosa che ho imparato con il tempo, questa di fermarmi quando mi sento sopraffatta dalle cose da fare.

Ogni piccolo passo che ho fatto verso una vita più sostenibile ha spesso comportato un po’ di fatica in più.

L’autoproduzione è in cima alla lista delle fatiche. Scegliere gli ingredienti, trovare le ricette giuste, variare, programmare in anticipo i pasti della settimana e anche i vari snack, merende e spuntini, se vuoi preparare tante cose da zero, diventa un secondo lavoro.

Del resto, è anche il modo per ridurre la nostra impronta in maniera significativa, sotto tanti punti di vista: riduzione degli imballaggi, riduzione degli sprechi, scelta degli ingredienti migliori e con meno impatto sull’ambiente, riduzione degli alimenti processati e anche dei costi.

Tutto bellissimo, ma poi ci si trova a fare i conti con il tempo e le energie, per un lavoro che (nella maggior parte delle famiglie) ricade quasi sempre sulle donne. E vale un po’ per tutte le scelte che riguardano la decrescita.

E allora, ogni tanto, va bene anche darsi il permesso di non fare tutto perfettamente, comprare i biscotti per qualche settimana e poi ricominciare con più energie.

Del resto, ci sarà un motivo se la mia frase preferita è questa di Anne Marie Bonneau:

“Non abbiamo bisogno di una manciata di persone che faccia zero rifiuti perfettamente. Abbiamo bisogno di milioni di persone che lo facciano imperfettamente”

E tu? Come gestisci i tuoi piccoli passi verso una vita zero waste?

P.S. ll tappetino da forno in silicone lo trovi nello shop qui. Lo lavi a mano o in lavastoviglie e lo riutilizzi un numero infinito di volte! Se invece preferisci la carta da forno, prova quella compostabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvia chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!