Carrello

Maggio plastic free

Un anno per diventare Zero Waste imperfettə!

Come è andata con i rifiuti ad aprile?

Io l’ho fatto (di nuovo!): sono riuscita a pesare tutti i rifiuti prodotti dalla nostra famiglia (siamo in 5) in questo mese.

Ogni volta è utile per capire a che punto siamo e per cercare di migliorarci sempre di più.

17,900 kg di organico 61,09 % (3,58 kg a testa)

4,200 kg di carta 14,33 % (0,84 kg a testa)

4,400 kg vetro 15,01 % (0,88 kg a testa)

2,100 kg di plastica 7,17 % (0,420 kg a testa)

0,700 kg di indifferenziata 2,38 % (0,140 kg a testa)

Tanto? Poco? Immaginando di produrre la stessa quantità di rifiuti in un anno sarebbero:

Quasi 42 kg di organico, 10 kg di carta, 10,5 kg di vetro, 5 kg di plastica e 1,7 kg di indifferenziata pro capite.

Non possiamo ovviamente confrontare questo dato con nessun dato nazionale, perché nelle statistiche e nei conteggi non finiscono solo i rifiuti dei singoli abitanti, ma anche quelli prodotti dalle industrie, dal commercio e da tutte le attività.

Però possiamo partire dalle nostre percentuali per capire cosa migliorare e come muoverci per cambiare alcune abitudini nei mesi che verranno, già a partire dal mese di maggio! 😉

Fammi sapere come è andata per te e quali sono le tue riflessioni sul mese di aprile, ti lascio allo spunto di questo mese.​​

I prossimi spunti arriveranno sempre nella newsletter il primo giorno del mese. Sono spunti semplici, per coinvolgere anche i più piccoli (o i più grandi, a seconda che tu voglia metterli in pratica con i tuoi figli o i tuoi genitori!)

plastic free

Per il mese di maggio lo spunto che ti do è quello di viverlo senza plastica (plastic free)!

Io so già che per me sarà praticamente impossibile azzerare completamente la plastica, perché vivendo in un piccolo paesino molto spesso alcuni prodotti alimentari che acquisto si trovano solo in confezioni di plastica.

Ma anche se non abbiamo una bottega sfusa sotto casa o non riusciamo a fare la spesa direttamente dal produttore sono tanti i modi per limitare la plastica ogni giorno. Eccone alcuni!

Non dimenticare la borraccia

Porta sempre con te la borraccia quando sei fuori casa, anche se pensi di uscire per poco. Maggio è un mese perfetto per stare all’aria aperta, e spesso capita di allungare i giri e stare fuori di più. Una borraccia sempre pronta ci permette di evitare l’acquisto delle bottigliette di plastica!

Riduci i cibi pronti e autoproduci

Quando possibile cerca di evitare di acquistare cibi già pronti o da asporto. Spesso sono confezionati in contenitori di plastica monouso, o avvolti nella pellicola. Cerca di autoprodurre qualcosa in più, soprattutto partendo da verdure e ingredienti semplici.

Scegli prodotti freschi e secchi

Frutta, verdura e prodotti secchi (legumi, cereali e pasta) sono gli ingredienti principali delle nostre dispense. Acquistali sfusi dove possibile, e preparali in anticipo così da averli pronti per i pasti successivi. Organizzazione dei pasti, preparazione in anticipo e autoproduzione sono le tre chiavi per evitare non solo la plastica, ma anche lo spreco alimentare (e di tempo!).

Controlla le confezioni

Quando acquisti prodotti confezionati, confrontali in base al formato e all’imballaggio. Tra due confezioni in plastica scegli sempre il formato più grande (un sacchetto da 500 grammi contiene in proporzione meno plastica di 5 sacchetti da 100 grammi). Ancora meglio, controlla se trovi lo stesso prodotto in un pack che non sia in plastica. Ad esempio la pasta, che si trova anche in sacchetti di carta. Oppure alcuni surgelati in pack compostabile o di cartoncino.

Porta la sporta

Porta sempre con te almeno una o due sporte di stoffa. Indispensabili non solo per la spesa, ma anche per trasportare qualsiasi altra cosa.

Ricarica

La maggioranza dei prodotti per l’igiene e la pulizia ha una versione “ricarica”, da 1 litro o in taniche o box da 4-5 litri. Permettono di risparmiare fino all’90% di plastica.

Prodotti solidi o in polvere

Qualche anno fa gli unici prodotti solidi erano le saponette! Adesso troviamo in versione solida shampoo, bagnodoccia, detergenti viso, deodoranti, creme, intimo e sieri viso. C’è davvero l’imbarazzo della scelta, e i prodotti sono tutti validissimi.

Per la detergenza della casa molti prodotti sono disponibili solidi, in polvere, o concentrati da diluire, risparmiando così svariati flaconi ogni anno!

Spugne, e panni in materiali naturali o tessuto

Per quasi tutti gli accessori per le pulizie della casa e della cucina esistono ormai alternative ai prodotti in plastica altrettanto valide. Basta solo trovare quella che fa al caso nostro! Quasi tutte sono compostabili anche nella compostiera domestica, niente a che vedere con quelle convenzionali, insomma!

Igiene orale

Lo spazzolino? In bambù, in cellulosa vegetale o con testina intercambiabile, che permette di ridurre notevolmente la quantità di plastica che finisce nell’indifferenziato. Il filo interdentale si può scegliere nella versione compostabile, con contenitore in acciaio, in vetro o in cartoncino. E anche per il dentifricio non mancano le alternative plastic free!

Rasatura

Il rasoio usa e getta si può sostituire facilmente con quello di sicurezza. L’unico rifiuto prodotto sono le lamette di ricambio, che vanno sostituite a seconda dell’uso.

Mestruazioni

Che siano assorbenti ecologici e compostabili, assorbenti lavabili, slip mestruali o coppetta mestruale… le alternative agli assorbenti usa e getta sono tantissime, e permettono di evitare tantissimi rifiuti indifferenziati. Stesso discorso vale per i pannolini!

Abbigliamento

Cerca di acquistare meno capi in tessuto tecnico, sintetico o pile e più capi in tessuti e materiali naturali. Quando puoi, cerca di acquistare abiti di seconda mano, o di scambiarli. Molto spesso nei mercatini dell’usato o nelle giornate di scambio si trovano delle vere e proprie occasioni!

Regali e gadget

Cerca di impacchettare i regali in maniera alternativa, evitando le confezioni e le buste regalo di plastica. Puoi recuperare la carta, usare carta da giornale, oppure stoffa, strofinacci o buste di cotone per avvolgere i tuoi pacchetti. Evita i gadget quando possibile. Spesso sono in plastica (e anche gli imballaggi!) e soprattutto si rivelano prodotti inutili che dimentichiamo presto in un angolino.

In questa lista non trovi più bastoncini cotonati, piatti, bicchieri, posate e cannucce monouso in plastica perché da gennaio non si possono più vendere e utilizzare in Italia. Qualcosa sta cambiando, finalmente!

Noi ci rileggiamo qui tra un mese per il prossimo spunto!

Buona serata,
Gloria

GENNAIO – A Gennaio inizia con il decluttering
FEBBRAIO – A Febbraio non acquistare nulla
MARZO – A Marzo porta la sporta
APRILE – Ad Aprile tieni d’occhio i tuoi rifiuti


Iscriviti alla newsletter

Due volte a settimana ti mando una mail per aggiornarti su cosa c’è di nuovo. Non solo in negozio, con le novità, gli approfondimenti o le offerte in corso nello shop.

Ti scrivo anche per raccontarti un po’ di me, di quello che faccio, dei nuovi progetti  e di come va avanti il mio percorso verso una vita più sostenibile.

Troverai anche i prossimi passi per diventare Zero Waste imperfettə, uno per ogni mese di questo 2022. Che aspetti?



P.S. Ti sei persə i mesi precedenti? Nessun problema, eccoli qui sotto!

GENNAIO – A Gennaio inizia con il decluttering
FEBBRAIO – A Febbraio non acquistare nulla
MARZO – A Marzo porta la sportaAPRILE – Ad aprile tieni d’occhio i tuoi rifiuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eco and eco di Gloria Rossi – Corso Don Minzoni, 16 – 60041 Sassoferrato (AN) – P.IVA 02185140429 – C.F.
RSSGLR78A43I461V Numero iscrizione REA Ancona 195449 – [email protected]

Avvia chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!