Home blogambiente A gennaio inizia con il decluttering

A gennaio inizia con il decluttering

da ecoandeco

Un anno per diventare Zero Waste imperfettə

“Non abbiamo bisogno di poche persone che vivano zero waste perfettamente. Abbiamo bisogno di milioni di persone che lo facciano imperfettamente.”

Questa frase è di Anne Marie Bonneau, e devo ammettere che è una delle mie preferite; una di quelle che ho citato più spesso in questi ultimi anni.

Non sono la zero waster perfetta, e non riesco assolutamente a far entrare i miei rifiuti indifferenziati di un intero anno in un barattolo di vetro. Vivo in un paesino, non ho negozi sfusi a portata di mano, e la maggior parte delle volte se non programmo bene le scorte in dispensa faccio fatica anche a trovare prodotti biologici e con poco imballaggio. Fare la spesa con un occhio all’ambiente molto spesso somiglia più a una caccia al tesoro, lo ammetto.

Raggiungere l’obiettivo rifiuti zero è decisamente fuori della mia portata, e con buone probabilità è così anche per te. Ma a piccoli passi possiamo certamente avvicinarci a quello che oggi ci sembra un obbiettivo irraggiungibile!

Come ti sentiresti tra un anno se avessi ridotto i tuoi rifiuti rispetto all’anno precedente? E a pensarci bene, cosa succederebbe se a farlo non fossi soltanto tu, ma milioni di persone?

Pensa all’impatto positivo che queste scelte avrebbero sul nostro Pianeta e sull’ambiente se tutti decidessimo di fare almeno una cosa al mese per ridurre la nostra impronta ecologica.

Basta smettere di pensare che dobbiamo fare tutto perfettamente e iniziare a concentrarci sul fare ciò che è più importante, per cambiare anche di poco le nostre priorità e lo stile di vita delle nostre famiglie.

A poco a poco, cambiando anche solo una cosa al mese quest’anno, vedrai che per la fine del 2022 ti guarderai indietro e potrai dire di aver fatto tantissimo!

Ecco allora per te il primo spunto per il mese di gennaio, i prossimi li leggerai il primo giorno del mese. Sono spunti semplici, per coinvolgere anche i più piccoli (o i più grandi, a seconda che tu voglia metterli in pratica con i tuoi figli o i tuoi genitori!).

Inizia l’anno con il decluttering

Non so se faccia lo stesso effetto anche a te! A me con il nuovo anno viene sempre voglia di ripulire e riorganizzare la casa.

Saranno le lunghe giornate trascorse in casa, sarà che durante le feste natalizie si riceve sempre qualche oggetto a cui dobbiamo trovare un nuovo posto… A gennaio la voglia di riorganizzare gli spazi è sempre più forte che negli altri mesi dell’anno, quindi perché non approfittare di questo mese per riorganizzare almeno una stanza?

Fare decluttering ed avere meno oggetti in casa significa:

  • Meno stress: il disordine è nemico della concentrazione. Sistemare casa e renderla un po’ più minimalista (anche se “casa minimalista” e ​​”tre figlie” è decisamente un ossimoro) mi permette anche di avere la mente più chiara e ordinata, in poche parole mi sento molto meglio!
  • Più organizzazione: quando la casa è organizzata e gli oggetti hanno il loro posto diventa tutto più facile. Anche ritrovare tutto e godersi più tempo libero.
  • Meno pulizie: pulire non piace (quasi) a nessuno, ma se oltre alle pulizie aggiungi il disordine e la presenza in casa di oggetti di cui potresti fare benissimo a meno… diventa decisamente ancora più sgradevole. Avere meno oggetti significa anche pulire meno.
  • Meno spese: ridurre gli acquisti significa anche risparmiare di più, oltre che evitare di riempire la casa di oggetti inutili.
  • Più libertà: riducendo le spese e gli oggetti guadagni anche più libertà di dedicare il tuo tempo alle tue passioni, e anche un po’ di tranquillità finanziaria in più (anche vendendo quello che non usi!).

Ecco alcuni suggerimenti interessanti per iniziare con il decluttering:

1. Parti dall’armadio

Metti da parte i vestiti che non indossi più da diversi mesi. Puoi regalarli, venderli oppure scambiarli per dare loro nuova vita! L’abitudine di ricevere vestiti usati, donarli o scambiarli è un’abitudine che per me è naturale da sempre. Le mie figlie indossano da anni vestiti (anche) usati, e a loro volta hanno imparato a donare quelli che non usano più alle figlie delle mie amiche, o a qualche associazione di volontariato. I vestiti però sono la parte più facile quando si tratta di dare via qualcosa. Spesso si tolgono alcuni pezzi dal guardaroba perché siamo cresciuti, ingrassati o dimagriti, oppure perché ci siamo stancati di portarli.

2. Togli un oggetto al giorno

Quello che non usiamo più (vestiti o giochi, ma anche utensili, elettrodomestici e mobili) negli anni ha quasi sempre trovato una nuova casa prima di essere destinato al centro ambiente. E ci ha resi ogni anno un po’ più consapevoli di quello che acquistiamo e di quanto acquistiamo. Ne hanno guadagnato la nostra casa, le nostre tasche, ma soprattutto il nostro ambiente. Se togliere un oggetto al giorno ti sembra impossibile vuol dire soltanto due cose: sei già super minimalista, oppure non hai ancora pensato bene a quanti oggetti giacciono inutilizzati nei vari angoli di casa. Togliere un oggetto al giorno vuol dire (in un anno) togliere ben 365 oggetti. I giorni che ci separano dalla fine del mese sono solo venti, sono sicura che è fattibilissimo anche per te.

3. Metti un timer di 5 minuti

Parti con 5 minuti di decluttering al giorno. Sono certa che una volta iniziato non basteranno, e che giorno dopo giorno l’entusiasmo ti porterà a dedicare sempre più tempo a questa attività. Ma per iniziare bastano davvero 5 minuti!

4. Fai una lista per ogni tipologia di oggetto

Utensili per la cucina, libri, biancheria ed asciugamani, vestiti, giochi, piccoli elettrodomestici, vasi candele, tazze, scarpe… Siediti a tavolino e cerca di capire quanti oggetti ti servirebbero (tenendo conto delle esigenze della tua famiglia) e quanti pezzi in più hai. Non c’è un numero preciso di oggetti in assoluto, ma solo quello che fa al caso tuo e della tua famiglia. Per esempio, io non riuscirei ad avere meno di venti forchette in acciaio, perché non uso mai posate usa e getta. Credo di averne molte di più nel cassetto della cucina, e nonostante tutto riesco a rimanere senza mentre cucino o se ho tanti ospiti!

5. Prepara quattro scatole

Ogni scatola con la sua funzione ed etichetta: buttare, tenere, regalare o vendere. Usa le scatole per ogni zona della tua casa, un passo alla volta. Passa in rassegna ogni stanza e decidi cosa va in ciascuna scatola.

6. Immagina la tua casa come se ci stessi entrando per la prima volta

Qual è la tua prima impressione? Spesso tendiamo a non vedere più il disordine, o a ignorare qualche angolo che potrebbe essere organizzato meglio. Ma se guardiamo la nostra casa come se ci entrasse un amico o un estraneo sicuramente noteremo subito quali angoli sistemare e riorganizzare per primi.

7. Prima e dopo

Scatta una foto di una zona della casa prima e dopo averla sistemata e ripulita degli oggetti superflui. Ti aiuta ad avere un’idea più chiara di come vorresti che si presentasse quell’angolo anche nei giorni successivi.

8. Chiedi consiglio a qualcun altro

Molto spesso quando siamo in dubbio se tenere o meno un oggetto tendiamo a tenerlo, perché “Non si sa mai”. In questo caso chiedi aiuto all’amica spietata, al figlio che vede tutti i tuoi oggetti come vecchi, o alla mamma che non vede l’ora che tu ti disfi di tutto quello che trova in giro per casa. Se non riesci a convincere loro che è un oggetto da tenere, vuol dire che è il momento di separartene.

Prova con una sfida!

Segui la regola del 10-10-10: togli 10 oggetti da buttare via, 10 da donare e 10 da restituire a qualcuno (tipo i libri… chi non ha qualche libro in prestito nella propria libreria alzi la mano!).

O se vuoi una spinta in più prova la sfida dei 30 giorni: butta un oggetto il primo giorno, due oggetti il secondo… e così via fino ad arrivare alla fine del mese (in questo caso dei 20 giorni).

Iscriviti alla newsletter

Due volte a settimana ti mando una mail per aggiornarti su cosa c’è di nuovo. Non solo in negozio, con le novità, gli approfondimenti o le offerte in corso nello shop.

Ti scrivo anche per raccontarti un po’ di me, di quello che faccio, dei nuovi progetti  e di come va avanti il mio percorso verso una vita più sostenibile.

Troverai anche i prossimi passi per diventare Zero Waste imperfettə, uno per ogni mese di questo 2022. Che aspetti?

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Avvia chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!