Carrello

Un caffè virtuale

Sabato scorso ho deciso di parlare delle capsule riutilizzabili per il caffè espresso nelle stories di Instagram, e così ho approfittato della pausa caffè per mostrare come si utilizzano.

Mentre preparavo il caffè qui in negozio il pensiero però è andato oltre e ho riflettuto sulle mie abitudini.

Quando ho ospiti non uso le cialde riutilizzabili, ma quelle compostabili, perché avendo una sola cialda fare più di due caffè diventa più complicato. Personalmente lo ritengo un buon compromesso, anche se non completamente zero waste.

Caffè virtuale

Perché ho deciso di raccontarlo, anche se lo scopo era quello di presentare le cialde riutilizzabili?

Avrei potuto mostrare solo quelle, e dire che uso sempre e solo capsule riutilizzabili.

Ma credo che in questo cammino non ci sia un bianco o nero, buoni o cattivi, perfetti o imperfetti zero wasters ed ecologisti. E’ un percorso quotidiano, consapevole, fatto di piccoli passi, scelte e soprattutto compromessi.

Ed è giusto condividerne anche le imperfezioni.

Per tanto tempo, paragonandomi ad altre persone che si occupano di ecologia, ho sentito forte la sensazione di non fare mai abbastanza. Come se da qualche parte ci fosse qualcuno a dirmi che si può fare di più e meglio in ognuno dei tanti ambiti in cui cercavo di scegliere la soluzione un po’ più ecologica (in questo caso qualcuno avrebbe detto “eh ma la moka è più ecologica”, ad esempio).

Tuttora, spesso mi ritrovo a pensare alla mia personalissima lista di eco-obbiettivi da raggiungere, senza pensare a quante cose di quella stessa lista siano già azioni concrete che metto in pratica da anni, ogni giorno.

Spesso mi ci fanno pensare le mie figlie, quando mi dicono con l’ironia che solo le adolescenti sanno esprimere così bene: “Ma guarda mamma che questa cosa la facciamo solo noi, gli altri neanche ci pensano che c’è una alternativa più ecologica”.

Un passo alla volta il percorso verso una vita più consapevole diventerà sempre più lungo, e ricco.

Per far sì che sempre più persone lo intraprendano però non può sembrare irraggiungibile.

Ecco perché ti ho raccontato anche delle cialde.

E tu cosa ne pensi? Se ti va, prendiamoci un caffé virtuale e raccontami la tua…

A presto
Gloria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eco and eco di Gloria Rossi – Corso Don Minzoni, 16 – 60041 Sassoferrato (AN) – P.IVA 02185140429 – C.F.
RSSGLR78A43I461V Numero iscrizione REA Ancona 195449 – [email protected]

Avvia chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!