living eco

Cambio stagione e riuso per grandi e piccini

Tempo di cambio stagione, finalmente l’aria si riscalda e riusciamo a ritirare fuori i vestiti più leggeri dagli armadi, mettendo via quelli dell’inverno appena trascorso. Quando eravamo piccole, moltissimi abiti ci venivano passati da nostra cugina, figlia unica e più grande di me di quattro anni. Ricordo ancora il profumo delle bustone di panni che zia ci portava. Per noi, era una gran festa: tutti insieme, un sacco di vestiti praticamente nuovi da provare e indossare. Non che non ne avessimo già (anche se qualche cambio in più faceva sempre comodo), ma ricevere per noi i vestiti di nostra cugina era proprio una festa!

Negli anni, la tradizione di riusare i vestiti in famiglia non si è affatto cancellata, perché abbiamo continuato a portarla avanti nelle varie combinazioni possibili e immaginabili: io dismettevo le scarpe da tennis e mia nonna le riciclava per andarci nell’orto, o (avendo preso qualche chilo di troppo) passavo i pantaloni (e svariate altre cose) a mia sorella. I maglioni di lana rovinati a mia mamma che sta a casa, i pantaloni di mio cognato a mio marito… insomma, i nostri vestiti sono sempre in movimento!

Non poteva essere quindi diversamente con le nostre bimbe, che stanno ereditando un sacco di vestiti che erano delle due bimbe di una cara amica. E che, a loro volta, passano i vestitini (ma anche oggetti come carrozzina, culla, etc) alle mini cuginette appena arrivate. Bello scoprire come, a parte qualche macchietta che non ne vuol sapere di andare via, qualche vestito è già riuscito a “servire” con successo almeno 4 bambine, e chissà che non vada bene anche per qualcun altra!

Una cosa in tutto questo mi ha colpita particolarmente: il fascino che ha lo scatolone di panni usati dalle altre bimbe su Sveva è Siria è proprio lo stesso che aveva quello dei vestiti di mia cugina su di noi. Mi chiedono di chi fossero prima, se li guardano uno per uno, e naturalmente non manca occasione di provarne qualcuno mentre li riordino. Insomma, il fascino del riuso non ha età!

E voi? Scambiate e riusate i vostri vestiti e quelli dei vostri figli?

 

Tag: , , ,

6 Commenti a “Cambio stagione e riuso per grandi e piccini”

  1. Per noi il risuo è diventato ormai uno stile di vita. Quando a casa arrivano i sacchi di vestiti (di figli e figlie di amiche) è sempre una festa: “sono da maschio? sono da femmina? C’è qualcosa per me? E siamo contenti anche noi, quando vediamo le nostre cose vivere una nuova vita.
    Quel che mi stupisce di più è che più mi sono sentita libera di dare e condividere, più mi è tornato indietro! Avevo appena regalato un lettino da neonato nuovo nuovo, che mi era stato dato, e ho scoperto di essere incinta. Mio marito pensava di chiederlo indietro, ma io ho detto: “aspettiamo, tanto per noi ci vogliono ancora tanti mesi prima che serva!”. Nel giro di poche settimane è arrivato un altro lettino, senza bisogno nemmeno di domandare.
    Sono circoli virtuosi, anticipi di paradiso!!

    • Gloria scrive:

      Cristina, davvero, anche da noi è la stessa festa!
      Noi finora abbiamo ricevuto tanti abiti soprattutto, da una cara amica lontana, mentre lettini & C essendo le prime piccole in famiglia dopo 30 anni ce le siamo comprate o fatte regalare. Ora tantissime cose ne abbiamo prestate (sia mai che dovessero ancora servire, a noi che di bimbe ne abbiamo ancora “solo” due) e anche i vestiti, son certa che anche quelli che ora abbiamo passato alla cuginetta tornerebbero indietro “con gli interessi” se dovessero servirci di nuovo!
      :)

  2. ZiaTati scrive:

    Giusto ieri sera ho preso al banchetto del baratto una felpetta rosa che dovrebbe andare bene per Sve’…oppure si aspetta un po’ e la diamo alla piccoletta!
    Poi per me una canotta bellissima che vedrai presto!
    Al prossimo baratto ti voglio in prima fila! Tieniti pronta per settembre!

  3. Simona scrive:

    Come sai bene, la tua “cugina grande” segue sempre quello che scrivi, ma commenta casomai telefonicamente… questa volta, però, non ho resistito! Già avevo ritrovato in foto tempo fa gli stivaletti delle piccole, e ora la descrizione dell’arrivo dei vestiti mi ha fatto davvero tornare a ricordi bellissimi! Mi ricordo poi l’emozione nel vedere i vestiti che erano stati miei su di voi piccolette, che mi facevano sentire importante perchè io ero ormai “grande” e quindi impossibilitata ad indossarli ancora! Comunque, continuo anch’io la tradizione con i miei vestiti usati, che ad certo punto della loro vita cambiano casa e vanno a vivere con una mia amica, che alterna la vita in città con periodi trascorsi in campagna per lavorare… è campagna romana, ma sempre campagna, come l’orto di zia!

  4. giraffina12 scrive:

    Buongiorno a tutte….ho avuto una bimba che ora a 7 mesi….inizialmente non ero dell’idea di vestirla con capi usati….pero’ ho constatato che ora la sua roba è stata messa via in ottime condizioni veramente pari a nuovo…per questo mi sono convinta che vale la pena il riciclo fra mamme……capito anche in un periodo non felice economicamente….quindi farebbe proprio comodo avere in regalo abbigliamento per ora e magari per periodi futuri…..qualcuno ha vestiario, accessori e giochi per la mia bimba?vi ringrazio a presto

    • Gloria scrive:

      Ciao, e benvenuta!
      Le nostre cose (vestiti e giochi) sono ormai tutti in prestito alla cuginetta più piccola, che ha due anni meno della nostra piccoletta e li sta riutilizzando proprio ora (e a primavera le riutilizzerà anche per un altro fratellino o sorellina!).

Lascia un Commento